Posta Marcucci Logo La storia Posta Marcucci
Posta Marcucci

Di famiglia in famiglia

Questa storia non avrebbe inizio senza la Val d’Orcia, terra ondulata e antica. Qui la natura offre inquadrature che solleticano il cuore: in certi momenti il disegno è perfetto, immutato nei secoli.

 

Questa storia non avrebbe senso senza la famiglia Marcucci che, a partire dalla metà dell’800, gestisce prima una locanda con rivendita di alimentari e recapito postale a Bagno Vignoni e un secolo dopo, anni Cinquanta del 900, costruisce il corpo centrale dell’attuale albergo su una vigna spiantata.

E poi l’intuizione, figlia legittima di una visione: quando gli operai iniziano a scavare nello ‘spugnone’ di travertino nel terreno dietro la casa ecco sgorgare l’acqua calda nella grande vasca. Ed è l’acqua a dare linfa nuova a tutto il racconto. La piscina diventa, dagli anni Settanta in poi, luogo di culto, pace e benessere.

 

Adesso questa storia cambia pagina senza mutare trama. E se in questa storia c’è un filo, chi ha preso le redini dell’albergo ne raccoglie un capo per portarlo ancora un po’ più in là, senza nulla spezzare, solo tramandare: con gioia, tatto, semplicità e rinnovato vigore.

Scelto per Voi


Acqua

Vivo d’Orcia

Che San Francesco sia stato un ottimo conoscitore della Val d'Orcia non ci sono dubbi. Forse perché in queste zone il miracolo dell'acqua si perpetua con celestiale frequenza.

Leggi di piú
Strade

Il viale dei cipressi

Non esiste solo Bolgheri. Non ci sono solo i cipressini di San Quirico d'Orcia che si trovano su una collinetta in località Triboli che domina da sud un tratto della Via Cassia.

Leggi di piú
Paesi

Radicofani

Nella piazzetta di Radicofani, racchiusa da una chiesa romanica che è delizia per gli occhi e dolcezza nel cuore, c’è una lapide come tante incastonata su un muro.

Leggi di piú